Ernie e mal di schiena cronico

Il 50% dei giovani sani presenta degenerazione dei dischi, tra cui la metà di esse protrusioni, alla risonanza magnetica. Tale degenerazione, tra le quali ernie discali, raggiunge il 90% nei soggetti tra i 50 e i 55 anni.

Le ernie discali infatti sono spesso asintomatiche: molti soggetti dimostrano di averne agli esami strumentali eppure non lamentano sintomi.

Le nuove scoperte scientifiche indicano che il mal di schiena cronico è maggiormente correlato a:
1. fattori psicologici, come la paura del movimento a causa del dolore
2. fattori sociali, quali la scarsa soddisfazione sociale e lavorativa
3. cattivi stili di vita come la sedentarietà

Le ernie discali sono quindi reperto comune alla risonanza magnetica, che indicano il fisiologico invecchiamento del corpo. Tuttavia, tali alterazioni anatomiche devono essere attentamente contestualizzate ed analizzate nel quadro clinico della singola persona.

Per scoprire la Fisioterapia innovativa ed etica e per una gestione efficace del tuo dolore contattaci su Facebook o Instagram.